I capricci dei bambini prevenzione e cura

E’ un vero peccato che la medicina tradizionale, non abbia ancora inventato la pillola magica per guarire i capricci dei bambini in pochi minuti. Vi assicuro che le farmacie avrebbero sbancato letteralmente. Cari genitori questo inizio era per farvi sorridere…Vi racconto una situazione comune in cui i capricci sono all’ordine del giorno, che forse sarà capitata anche a voi.

Una tragica gita al supermercato

Provate ad immaginare questa situazione. Vi trovate al supermercato con il vostro bambino e siete anche di corsa, perché avete solo mezzora di tempo per riuscire a fare la spesa. L’annuncio dagli auto parlanti, dell’imminente chiusura, aumenta la vostra ansia. Avete dimenticato la lista a casa, ma dovete riuscire a ricordarvi le cose necessarie. Spingete il vostro passeggino a tutta velocità compiendo slalom tra le corsie. Avete finito la spesa e siete finalmente arrivate alla cassa, quando d’improvviso il bambino comincia a piangere, dicendo che vuole qualunque cosa veda difronte a lui. Per tranquillizzarlo e arginare la bomba pronta ad esplodere, prendete la prima cosa e gliela date in mano, sperando che si calmi. Risultato, per due minuti funziona, non piange più e la mamma fa un respiro di sollievo. Ma dopo due minuti, ecco che riparte un pianto isterico. Cerchi in qualche modo di calmarlo, mantenendo un comportamento Zen, ma la signora in coda dietro di te comincia a lamentarsi e a commentare… La soglia della tua pazienza e sotto zero e la rabbia comincia a salire, il bambino piange sempre di più, poi squilla il cellulare e la cassiera dice:”carta o bancomat”? Dentro di voi l’esplosione! Fate scendere il bambino, mettete le buste della spesa nel passeggino e non proferite verbo. Una volta in macchina, si scatena lo tsunami sul bambino, con un lungo monologo che finisce con un ricatto del tipo:” Visto che ti sei comportato così sta sera niente tv, ma se non fai più i capricci, ti compro la tua macchinina preferita”.

Fermi non pensate! Le mamme e i papà sono senza colpe, perché non sanno come fare. Non lo sanno! Non ho ancora visto all’uscita dall’ospedale, insieme al foglio delle dimissioni, un altro foglio con le istruzioni su come evitare i capricci dei bambini, fascia di età e circostanze in cui si presenteranno. I genitori sbagliano spesso per eccesso d’amore, quindi rasserenatevi e passiamo alla soluzione.

i-capricci-dei-bambiniI capricci dei bambini non hanno un preavviso

Per riuscire ad arginare i capricci dei bambini bisogna usare il tasto rewind. Dobbiamo tornare indietro, osservando tutto l’insieme. Dobbiamo chiederci come è andata la nostra giornata? Abbiamo dormito la notte? Siamo riusciti a fare colazione? La giornata lavorativa è stata stressante? Abbiamo dato le giuste attenzioni al bambino? Dopo un ‘attenta riflessione ci possiamo rendere conto del nostro stato d’animo, che è il primo fattore che influisce sulle reazioni bambino. La mamma sopra descritta, era ansiosa, in ritardo, senza la lista della spesa. Chiunque accanto a lei sarebbe esploso, perché non era tranquilla. I capricci non hanno un preavviso, ma si possono evitare. Per fare questo bisogna prevenire. La mamma deve organizzare l’uscita coinvolgendo il bambino e informandolo della situazione. Per esempio la mamma potrebbe dire:”Il negozio sta per chiudere, mammina e un po’ in ritardo, mi aiuti? Io ti passo le cose e tu  le metti nel carrello? Se facciamo tutto per bene arriviamo a casa e facciamo un bel gioco insieme, che gioco vorresti fare?”.In questo modo il bambino è tranquillo, collabora e sta già pensando al momento della coccola e del gioco insieme alla mamma. I capricci spesso arrivano, quando il bambino ha fame, si annoia, ha sonno, vuole le attenzioni, per cui noi genitori dobbiamo prepararci e non farci cogliere dagli imprevisti. Prevenire è meglio che curare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *