Lo zucchero fa male ai bambini

Cari mamme e papà, vi siete mai ritrovati a tenere a bada il vostro bambino davanti a tavole imbandite piene di dolci, a cui neanche noi grandi non riusciamo a rinunciare? Impossibile! Se pensate che sto per dirvi di cancellare i dolci e gli zuccheri dalla vostra tavola, vi sbagliate! Ma secondo voi lo zucchero fa male hai bambini? Lo scopriremo insieme. Voi genitori avete un arduo compito, oltre a tutte le normali incombenze del quotidiano, vi dovete occupare dell’alimentazione dei vostri bambini. Tutti sappiamo che, seguire una giusto piano alimentare ci fa stare decisamente meglio, non solo per scongiurare i problemi futuri, ma anche per comprendere come il cibo influenza i nostri comportamenti. Ma da dove si parte? Prima di compiere qualunque azione, dobbiamo farci qualche domanda:”Cosa succede nel cervello di un bambino quando ingerisce cibi pieni di zuccheri, additivi e coloranti? Ma come facciamo a riconoscerli? Sono davvero così nocivi come dicono?”

Lo zucchero crea iperattività

I medici spiegano che, lo zucchero fa male ai bambini, in particolare se si viene ingerito quotidianamente e in dosi massicce. I prodotti nocivi contengono anche coloranti e additivi alimentari. Di conseguenza nel nostro organismo, vengono prodotte una serie di sostanze che dovrebbero riequilibrare la situazione. Queste sostanze immesse nel  corpo e nel cervello del bambino, producono degli effetti ben visibili, in quanto  non si è ancora completato lo sviluppo psico-fisico. Si può notare un’alterazione dei comportamenti del bambino con conseguente aggressività, ansia e iperattività. Per ovviare a tutto questo basta rispettare i ritmi e gli orari dei pasti, offrendo degli spuntini di frutta, dolcetti fatti in casa o una fetta di pane con miele.

lo-zucchero-fa-male-ai-bambiniCibi naturali e cibi artificiali

Lo zucchero raffinato e i dolcificanti sintetici sono presenti nelle caramelle, nei chewing-gum, nelle bevande, nei succhi di frutta e nei dolci confezionati. Tante volte ci ingannano, perché sull’etichetta viene indicato “senza zucchero”. Per conferire al prodotto un gusto dolce e gradevole, lo zucchero raffinato è stato sostituito con dolcificanti artificiali, che sono a basso contenuto calorico ma danno il sapore desiderato. Pensando di aver trovato una buona alternativa allo zucchero, glielo proponiamo, ma questo prodotto non ha nulla a che vedere con la natura. Tutti i prodotti “fast” ci aiutano e ci fanno risparmiare tempo, a discapito della salute. Ma l’unico modo per avere la certezza di mettere in tavola cibi naturali e sani, resta sempre quello di tornare al “Home Made”. Coinvolgere i nostri bambini nella preparazione, spiegando cosa fa gli fa bene e cosa invece è dannoso per la loro salute, gli consente di acquisire consapevolezza rispetto a ciò che mangiano. In nostro aiuto vengono le nonne a cui possiamo chiedere di preparaci dolci con dolcificanti naturali: come il miele, lo sciroppo d’acero, lo sciroppo d’agave ecc. Tra le bevande l’acqua è la bevanda migliore in assoluto. Esistono succhi di frutta senza l’aggiunta di zuccheri, ma dovete leggere bene le etichette.

Il mio consiglio è quello di non eliminare del tutto i “dolci artificiali”, ma di non farne un uso quotidiano, sostituendoli con cibi più naturali e frutta.

Le informazioni qui descitte sono tratte da: *Boris M. Foods and additivies are common causes of the  attention deficit/The Adverse Effect of Foods Additives on Healt with a special emphasis on childhood Hyperactivity,-Jornal  of Orthomolecular Medicine/ Carper J- “Your miracle Brain” Il tuo bambino come educarlo e capirlo” di Margot Sunderland

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *